SOMETHING NOW FOR THE FUTURE | Michelangelo Pistoletto | Rossella Gilli | Marica Moro | Spazio Thetis – Venezia

Spazio Thetis

Arsenale Novissimo – Venezia

dal 7 giugno 2014

SOMETHING NOW FOR THE FUTURE

MICHELANGELO PISTOLETTO
| Terzo Paradiso – Coltivare la città


ROSSELLA GILLI
| Terra, Luce, Architettura. Il viaggio di un granello di sabbia


MARICA MORO
| Genesis second day

a cura di
Fortunato D’Amico


Inaugurazione
venerdì 6 giugno, ore 17

Conferenza aperta al pubblico  
sabato 7 giugno, ore 11

Intervengono

Michelangelo Pistoletto (artista), Andreas Kipar (architetto paesaggista, Green City italia), Marica Moro(artista), Rossella Gilli, (artista), Fortunato D’Amico (architetto e critico d’arte), Paolo Mighetto, (architetto paesaggista, AIAPP), Renucio Boscolo (storico dei simboli dell’arte), Bruno Gabbiani (architetto presidente di Assoarchitetti),Tiziana Monterisi (architetto, amministratore delegato di n.o.v.a. civitas, Cittadellarte), Hermes Redi (amministratore delegato di Thetis), Antonietta Grandesso (responsabile Spazio Thetis)


In occasione della 14. Biennale di Architettura di Venezia lo Spazio Thetis si apre alla città e al panorama internazionale con il nuovo importante progetto Something now for the future basato sulla condivisione dell’arte, della cultura e della natura per una vita sociale ed etica rinnovata.

Con questo orientamento sono state scelte tre mostre personali: “Michelangelo Pistoletto.Terzo Paradiso – Coltivare la città”; “Terra, Luce, Archiettura. Il viaggio di un granello di sabbia. Rossella Gilli” e “Marica Moro. Genesis second day” che hanno come denominatore comune il rafforzamento del rapporto uomo-natura.

L’opera Terzo Paradiso – Coltivare la città concepita e curata da Fortunato D’Amico con n.o.v.a. civitas, Cittadellarte, e realizzata sul simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, è simbolo di rigenerazione del territorio che la ospita e nel caso specifico offre un luogo di condivisione, partecipazione e educazione alla sensibilità ambientale. Si tratta di una struttura a tre cerchi, collocata nel grande giardino e realizzata con oltre 1800  mattoni di recente ritrovamento in loco. L’installazione evoca il segno matematico dell’infinito ed è circondata da un grande orto urbano per la cui piantumazione e cura saranno coinvolti bambini, ragazzi, scuole, adulti, anziani e numerose associazioni trasversali della città, uniti nella coltivazione come metafora di una nuova crescita.

La visione di Thetis condivisa con Pistoletto verte sulla necessità di guardare al passato per progredire, per effettuare la svolta, il salto che ci porta verso un futuro migliore e assicurare al genere umano la propria sopravvivenza in un nuovo livello di civiltà planetaria.

Entrambe le mostre di Rossella Gilli e di Marica Moro dialogano con Terzo Paradiso – Coltivare la città e sono affini alle tematiche della Biennale e di “Something now for the future”.

Le opere pittoriche di Rossella Gilli si soffermano sul rapporto natura-architettura e sulla civiltà in continua evoluzione, sottolineando il percorso di un granello di sabbia dalla formazione di rocce fino alla creazione di edifici.
Il simbolo del “Terzo Paradiso” si ritrova nelle tele storiche e nei recenti vasi in vetro di Murano di Gilli in cui l’artista vede l’energia positiva rigeneratrice agire sull’individuo e sul mondo. Accompagna la sua personale un catalogo edito da Skira con testo critico di Fortunato D’Amico.

La mostra di Marica Moro espone la scultura monumentale Genesis2, (cm h.300 x cm 145 di diametro), collocata nel giardino, il cui soggetto evoca la nascita dell’uomo dal grembo della terra e il suo legame indissolubile con essa; l’artista utilizza elementi naturali come l’argilla e l’acqua e l’uso del colore ha un ruolo specifico e caratterizzante.
Il suo grande vaso-scultura, situato nell’ampio giardino, istituisce un dialogo con l’opera adiacente Terzo Paradiso – Coltivare la città per quanto riguarda il concetto di genesi come necessità di un ritorno alle origini, per ritrovare il forte legame e l’equilibrio fra l’uomo e la terra, al fine di un’evoluzione positiva.

Something now for the future prevede nel tempo il susseguirsi di importanti e significative mostre, conferenze, convegni e incontri su temi ambientali, ecosostenibili e di innovazione tecnologica che hanno come obiettivo il ricreare un rapporto armonico tra natura, uomo, architettura e progresso.


promosso da

so+_pannelli_3

 


Spazio Thetis

Arsenale Novissimo – Venezia

Fermata Bacini – Linee 4.1- 4.2 – 5.1 – 5.2

Orari di apertura

lun – ven dalle ore 10 alle 18,30 – sab e dom su prenotazione

Aperto sabato 7 e domenica 8 giugno – chiuso dal 9 al 17 agosto

Ingresso libero

info@thetis.it    www.spaziothetis.com

Ufficio stampa mostra: Irma Bianchi Comunicazione info@irmabianchi.it

Ufficio stampa Thetis: giannandrea.mencini@thetis.it ​

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...